<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=239077339852941&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Autofattura elettronica 2022 facile con StartyERP

Marketing Impresoft

Autofattura elettronica 2022 facile con StartyERP

Da luglio 2022 è partita una nuova modalità di “esterometro”, come fino ad ora concepito, che vede una semplificazione sotto il punto di vista dell’adempimento normativo, ancora di più semplificata per chi utilizza Starty ERP. Questi ultimi potranno infatti approfittare delle funzionalità semplificate per l’emissione dell’autofattura su acquisti di beni o servizi dai Paesi intracomunitari, ovvero di servizi dai Paesi extra CEE. Sarà sufficiente un semplice click, disponibile all’interno della registrazione fattura. Autofattura, fattura elettronica e tutti gli altri adempimenti di contabilità risultano quindi di più facile gestione con il nostro gestionale .

Starty ERP, in effetti, può automatizzare buona parte delle procedure più ripetitive e laboriose, oltre a migliorare accuratezza e trasparenza sulle operazioni contabili. Prima di vedere come il nostro gestionale può ottimizzare le operazioni, capiamo però, di seguito, cosa significa in pratica l’introduzione dell’autofattura e come cambiano le relative norme.


Abolizione esterometro 2022: cosa prevede la normativa oggi

L’abolizione esterometro, effettiva da luglio 2022,  comporta una ridefinizione delle procedure contabili con e dall’estero. Fino al 30 giugno 2022, era ancora possibile ricorrere alla compilazione del file dell’esterometro mediante la predisposizione di un file contenente i dati puntuali di tutte le operazioni attive e passive effettuate nel trimestre di riferimento. In alternativa (relativamente alle sole fatture attive), si poteva ricorrere al canale dello SdI (Sistema di Interscambio), per la trasmissione del file conforme al tracciato e regole fattura elettronica, utilizzando come codice di destinatario il valore “XXXXXXX”, che prevede che tali fatture non siano considerate per il recapito al cliente finale.


Autofattura elettronica: cosa è cambiato da luglio 2022

Dal 1° luglio 2022, si deve invece ricorrere per tutte le operazioni attive e passive estere al canale unico di trasmissione (lo SdI appunto), inviando pertanto anche i dati delle operazioni relative agli acquisti dall'estero, andando di fatto a mandare in soffitta l’esterometro precedentemente in uso.

Si concretizza pertanto una semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese, con riferimento all’art. 1, comma 1103, della legge n. 178/2020 (legge di Bilancio 2021) che ha modificato l’art. 1, comma 3-bis, D.Lgs. n. 127/2015.

Semplificazione volta a permettere all’Agenzia delle Entrate di completare le bozze della cosiddetta precompilata IVA ovvero di registri IVA, liquidazioni periodiche e dichiarazione annuale predisposte nell’ambito del programma di assistenza on line previsto, in via sperimentale, dall’art. 4 del D.Lgs. n. 127/2015

Ne consegue pertanto che:

  • le fatture attive emesse nei confronti di soggetti non stabiliti in Italia devono essere inviate allo SdI, nello stesso modo in cui si inviano le fatture a soggetti italiani, avendo l’accortezza di indicare come codice destinatario “XXXXXXX”. Questa operazione non esclude il recapito in modo tradizionale del documento al cliente finale.

Termini: entro 12 giorni dall’effettuazione della cessione o prestazione o entro il gg 15 del mese successivo ad una fattura differita.

  • Le fatture passive, ricevute anch’esse in modo tradizionale dal fornitore estero, devono ora essere registrate a cura del ricevente italiano che procederà con l'emissione del documento di autofattura e quindi alla generazione della stessa in formato elettronico, di tipo TD17, TD18 e TD19 in base a provenienza e tipologia di acquisto, da inviare sempre attraverso il medesimo canale (SdI).

Termini: entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello del ricevimento del documento comprovante l’operazione o di effettuazione dell’operazione stessa.


Starty ERP massimizza la semplificazione

Starty ERP in tutto questo semplifica ancora di più l’operatività all’utente con l’introduzione di una semplice azione che, puntualmente all’interno della registrazione fattura ricevuta, si occupa di creare il documento di autofattura elettronica secondo le specifiche e a inviarlo direttamente allo SdI. È disponibile anche l'opzione di invio massivo multiplo.


Una sola registrazione!

Con un’unica registrazione infatti, si ottengono tutti gli adempimenti contabili (registri iva fatture ricevute e autofatture; libro giornale; scheda contabile; scadenzario ed eventuale movimento di carico di magazzino), con l'aggiunta oggi dell’emissione della autofattura elettronica, nell’ottica di semplificazione massima a vantaggio della velocità operativa.

Vuoi provare StartyERP? Richiedici una demo, senza alcun impegno!


New call-to-action

Marketing Impresoft

Privacy Policy